Terremoto Marche-Umbria 1997

 

A.R.I. Sezione di Perugia (pagina web originale del resoconto 1997 )
 

L'ARI e la Protezione Civile: il Sisma Umbria/Marche 1997 ARI and the Umbria/Marche's Earthquake in 1997

Riportiamo qui di seguito un rapporto sulle attività svolte dai radioamatori dell'ARI nell'ambito della Protezione Civile durante il sisma che ha colpito Umbria e Marche a partire dal 26.09.1997.

Non riportiamo in questo rapporto le decine e decine di nominativi dei radioamatori che hanno dato il loro prezioso contributo, ma a loro va il più sentito apprezzamento e ringraziamento per la disponibilità e la disciplina dimostrata in quei momenti così difficili per tutti. Il nostro apprezzamento va naturalmente non solo agli operatori della Sezione di Perugia, ma a tutte le Sezioni Umbre che hanno partecipato alle operazioni unendo i propri sforzi per coprire tutto il territorio.

NOTTI DI TERRORE E LA TERRA TREMA ANCORA

Migliaia di crolli, le vie trasformate in trappole mortali, le città medioevali piene di fascino e spesso con monumenti di rara bellezza via via si sono sbriciolate, migliaia di persone in fuga verso uno spazio per la salvezza. Si forma il caos più totale e il panico prende chiunque. E' un disastro. Dopo lo smarrimento e con il terrore in cuore, chi può attiva il cellulare ma nessuna via telefonica è praticabile. Dalle città maggiori, Perugia, Foligno, Spoleto le Autorità si attivano e cercano con ogni mezzo possibili notizie oltre che per le città stesse anche per le località, le frazioni dislocate in una vastissima area. Area che poi verrà definita per oltre 50 Comuni per la parte Umbra e oltre 30 per le Marche. Pensate che la Protezione Civile l'otto ottobre aveva allestito oltre 50mila posti letto in tende, roulottes e locali pubblici agibili per riparare la popolazione colpita.

In piena notte, mentre si attua il piano operativo per l'attivazione della Sala radio ARI della Prefettura di Perugia e del centro principale di Foligno, si intuisce che l'emergenza è molto grave. Le comunicazioni dei radioamatori raccolte attraverso i ripetitori R0 di Foligno, R6 di Perugia, R4 di Terni con decine e decine di segnalazioni dall'Umbria, dalle Marche, dal Lazio e dalla Toscana portano in non più di 15 minuti a delineare in modo concreto il probabile epicentro e le zone più colpite. Da apprezzare, in quei momenti, la disciplina adottata da tutti. Le comunicazioni, pur concitate hanno avuto brevità e concretezza essenziale e confermo che in pochi minuti sono state annotate oltre 100 segnalazioni.

La Prefettura di Perugia si è attivata con rapidità, così anche la Regione Umbria con i propri Centri Operativi e così alcuni Comuni dotati di più specifica preparazione all'emergenza, come il Comune di Foligno, altri Comuni hanno faticato di più a trovare le vie di raccordo essenziali per la tempestività degli interventi con particolare riguardo alla necessità di disporre di mezzi immediati idonei per le comunicazioni.

Questa necessità di disporre di mezzi di comunicazione alternativi alle reti telefoniche per ore inutilizzabili sia per i guasti sia per il sovraccarico si è fatta sempre più impellente per tutte le Autorità preposte ai soccorsi. Come la necessità di avere piani di intervento preordinati per l'organizzazione dei soccorsi si è posta altrettanto in evidenza con cruda realtà.

In questi frangenti terribili, il ripetersi di scosse notevoli ha messo a dura prova chi ha dovuto approntare i soccorsi in situazioni ambientali pericolose e traumatizzanti. Questo vale anche per tutti quei radioamatori del territorio colpito che, hanno lasciato con apprensione le proprie famiglie, per avviarsi nei punti di volta in volta indicati dai coordinatori per operare nelle reti radio di emergenza. Qualcuno , guardando agli eventi da lontano, tenta di esprimere valutazioni negative sulle procedure e operazioni svolte in quel lungo periodo, per tante notti a tanti giorni: non si può non tenere conto di tutto il contesto sopra espresso e degli alti risultati comunque ottenuti in quelle condizioni. Chi è stato "sul campo" sa che le lagnanze che ci sono state rivolte sono ingiuste e smentite dai fatti.

SCOSSE A RIPETIZIONE E DI NOTEVOLI INTENSITA'

26/09/97  ore 02,33  8° grado 26/09/97  ore 11,40  27/09/97  ore 19,20  03/10/97  ore 10,55  04/10/97  ore 17,07  04/10/97  ore 18,13  6/7° 08/10/97  ore 01,23  14/10/97 ore 17,25  7/8°

INTERVENTI RADIOAMATORI ARI

Dopo la forte scossa delle 02,33, in piena notte, del 26/9/97 si è provveduto a raggiungere la Prefettura di Perugia ed è stata attivata la sala radio con operazioni su tutte le frequenze sin dalla ore 03,20 della stessa notte. ( presenti due operatori Ari Perugia).

Nel contempo risulta attivata la postazione radio presso il centro operativo aperto dal Comune di Foligno nei locali del Comando Vigili Urbani (presente ARI Foligno). La stessa Sezione ha provveduto ad inviare nella notte vari radioamatori in alcune località in cui si supponevano danni notevoli poiché poste nelle zone dell'epicentro di Colfiorito individuato dall'Osservatorio Sismologico "Bina" di Perugia.

 

Prima dell'alba molte notizie sono state raccolte e fornite subito alle competenti Autorità attivatesi per le procedure di intervento, con preparativi di mezzi e uomini necessari. Le nostre notizie sono state integrate con quelle fornite dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri. I telefoni per diverse ore sono stati inservibili per i danni e il sovraccarico di traffico rendendo impossibile qualsiasi chiamata verso le zone colpite.

Alle ore 08 dello stesso 26 il Prefetto di Perugia ha emesso la prima ordinanza con cui si costituiva il primo COM in Foligno al fine di favorire l'attività di soccorso a seguito delle segnalazioni di feriti e gravi danni a numerose abitazioni situate nelle frazioni dislocate nelle zone di montagna. Le Sezioni di Perugia, di Foligno, di Trevi e Spoleto dalla stessa mattinata hanno dato disponibilità con propri associati per allargare la copertura delle reti radio per le comunicazioni di emergenza e creare turni per il cambio degli operatori.

Purtroppo durante questi frenetici momenti di attività assieme all'organizzazione di protezione Civile che si stava attivando, una nuova grave scossa alle ore 11,40 dello stesso 26/09/97 ha creato scompiglio e terrore provocando ulteriori gravissimi danni, ampliando così il territorio interessato ai soccorsi urgenti. I messaggi radio dei radioamatori seguiti a quei tragici momenti sono consistenti. Le frequenze utilizzate in contemporanea sono cinque - R0 - RU0 - R6 - R3A e R4 per Roma, fanno fatica a smaltire i messaggi urgenti dalle zone colpite ai COM e da questi al CCS Prefettura.

Sono minuti interminabili, i telefoni non funzionano, nemmeno le linee preferenziali sono praticabili. Vengono trasmesse richieste di soccorsi per il crollo della Basilica superiore di Assisi, tre morti e vari feriti - Evacuazione dell'Ospedale di Foligno - Evacuazione dell'Ospedale di Nocera Umbra e parte di quello di Assisi - Ulteriori crolli di edifici, case, stalle con animali travolti, Torri e Palazzi lacerati strade e ferrovie bloccate, disperazione tra la gente.

Da evidenziare che i radioamatori hanno proseguito l'opera iniziata, malgrado gli stessi fossero interessati direttamente dagli eventi e lasciando le proprie famiglie hanno garantito l'efficacia delle comunicazioni con ogni condizione. Da evidenziare l'opera primaria prestata da tanti radioamatori ARI sin dal primo momento e a seguire nel territorio del COM di Foligno il più grande per territorio colpito. Tantissimi radioamatori delle Sezioni di Foligno di Perugia, di Trevi e di Spoleto hanno partecipato, per giorni, a sostenere i turni nelle varie postazioni attivate.

Nei giorni successivi le attività radio sono state utilizzate per lo smistamento logistico, per l'individuazione dei posti di ricovero, per il supporto all'organizzazione delle squadre di oltre 3.000 volontari giunti da ogni parte d'Italia. Altrettanta utilità hanno avuto le comunicazioni per lo smistamento di Roulottes e viveri e dei mezzi di trasporto tende e attrezzature e per messaggi tra Funzionari dei vari campi e i COM. All'8 ottobre erano attivi con la P. Civile n° 10.222 soccorritori: 3.000 Volontari (tra cui più di 80 radioamatori) - 1.599 Vigili del Fuoco - 1.920 Carabinieri - 1.397 militari dell'Esercito - 859 agenti di polizia - 259 finanzieri - 297 del Corpo Forestale - 454 della Croce Rossa - 274 Tecnici rilevatori e 170 addetti ai Centri Operativi.

POSTAZIONI ATTIVATE DAL 26/09/97

CCS Prefettura Perugia H24, ogni giorno 3 operatori con turni di 07 -14 / 14 -21 / 21 - 07. Ogni settimana turni garantiti 21, più il coordinamento;

COM Foligno collegato con le seguenti località colpite: Belfiore, Rasiglia, Annifo, Colfiorito1, Colfiorito 2, Casenove, Verchiano, Capodacqua, Sellano, (per i primi 3 giorni anche l'Aeroporto di Foligno). H24, ogni giorno operatori necessari a 12 ore per campo 9 x 2 = 18 più 2 0 3 al COM - Ogni settimana turni garantiti 20, più il coordinamento;

Con ulteriori Decreti Prefettizi del 28 e del 30/9/97 sono stati costituito altri COM. L'attività radio è stata quindi estesa al COM di Assisi con altri operatori della sezione di Perugia e al COM di Nocera Umbra affidato alla sezione di Trevi che aveva comunicato via fax alla Prefettura la sua disponibilità.

Dal CCS Perugia, nei primi 5 giorni sono stati garantiti i collegamenti in VHF e HF con il Dipartimento della P.C. di Roma ove operavano altri colleghi;

Dal 16/10/97, a seguito dei gravi danni provocati dalla scossa del 14/10/97 con estensione nei territori della Val Nerina ( Preci, Cascia, Norcia ecc.) è stato costituito un nuovo COM in Borgo Cerreto, località sita in una stretta valle con monti da 1.200 - 1.400 metri attorno. Con fax della Prefettura è stato chiesto alla sezione di Spoleto (la più vicina) di assumere il coordinamento radio di tale COM.

TERRITORI E COMPOSIZIONE DEI C.O.M. al 16/10/97

  • CCS Centro Coordinamento Soccorsi Prefettura di Perugia
  • COM Assisi Comuni: Assisi, Bastia Umbra, Cannara;
  • COM Nocera Umbra Comuni: Nocera Umbra;
  • COM Gualdo Tadino Comuni: Gualdo tadino, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vico, Scheggia, Valfabbrica;
  • COM Foligno Comuni: Foligno, Bevagna, Valtopina, Montefalco, Spello, Trevi, Sellano;
  • COM Cerreto di Spoleto Comuni: Cerreto, Preci, Cascia, Norcia, Vallo di Nera, S.Anatolia, Monteleone, Scheggino, Poggiodomo

ATTIVITA' CON LA REGIONE UMBRIA

Da notare che la nostra associazione intrattiene ottimi rapporti con la Regione Umbria - Assessorato al Territorio e Protezione Civile. Infatti presso la stessa struttura da alcuni anni è stata allestita una ottima sala operativa compresa una sala radio con tutte le apparecchiature necessarie ai radioamatori per operare in caso di necessità.

Mentre le operazioni di soccorso coordinate dalla Prefettura venivano sviluppate, anche dalla sala operativa della Regione alcuni radioamatori addetti a tale compito (ARI sezione Perugia) hanno attivato sin dai primi minuti dopo la prima scossa delle 02,33 del 26/09/997 le apparecchiature in dotazione alla sala radio integrando le comunicazioni radio delle reti attive nell'intera Provincia

INTERVENTI DI ALTRE SEZIONI FUORI PROVINCIA

Con il prolungarsi del tempo la fatica si è fatta sentire in tutto il territorio e sono stati graditi gli interventi di radioamatori giunti da fuori sin dal 5-6 ottobre per sostenere le operazioni gestite dal COM di Foligno il Centro Operativo più grande e impegnato. In questo si sono notate in particolare le sezioni di Senigallia, di Rieti, di Viterbo e di Terni, che oltre a quelle di Foligno, Spoleto, Trevi e Perugia hanno inviato operatori.

INTERVENTI DI ALTRI GRUPPI

Le stazioni radio operanti dal CCS Prefettura e da tutti e 5 i COM sono state sempre gestite dalle strutture ARI. Tutte le comunicazioni radio dalle località interessate sono state organizzate su più frequenze UHF - VHF e HF in base al piano attuato dalle Sezioni ARI. Gli operatori di varia natura se sono entrati nei servizi radio sono stati indirizzati nei luoghi operativi sempre dalle strutture ARI.

INTERVENTI DA FUORI REGIONE

Il 14/10/97 dopo aver costatato le difficoltà per la presenza con "reperibilità" ed a seguito del perdurare dell'emergenza su un vasto territorio, il Responsabile Volontariato CCS della Prefettura di Perugia ha ritenuto necessario che si formulassero richieste alle Regioni esterne per reperire altri operatori radioamatori. Sono giunti per primi tre operatori dal Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia, che dal 18/10/97 hanno operato dalla Prefettura perugina e per alcuni giorni nelle località colpite con traffico verso i COM. E' stato interessato anche il C.R. Toscana, che ha dato disponibilità di gruppi operativi per 10 - 12 giorni. Il Coordinatore del CCS ha però disposto la messa in attesa del C.R. Toscana con un fax del 18/10/97 della stessa Prefettura. Contemporaneamente sono stati anche allertati: Varese, Viterbo, il C.R. Lazio ed altri, sempre su richiesta della Prefettura di Perugia.

 

 

 

  

Connettività Internet ?

Previsioni Meteo Umbria

Risorse di RADIOASTRONOMIA ed E.M.E. by I0NAA

IQ0PG & IQ0PG/P awards


 
 
  
 

 

  
 
 
 

SOLAR DATA PROPAGATION

*** RSS ARI NAZIONALE

Portale ufficiale dell'ARI - Associazione Radioamatori Italiani
  • La Sezione ARI di Brunico invita tutti i radioamatori della regione e oltre, le loro famiglie, amici e appassionati radio al Field-Day radioamatoriale (HF, VHF e UHF) che si terrà Sabato 30 Giugno 2018, alla Malga del “Passo di Oclini/Jochgrimm” (alt 2000m slm) vicino all’Hotel Schwarzhorn (disponibile ampio parcheggio). L’evento inizierà alle ore 9:00 di mattina e terminerà al pomeriggio tardi verso le ore 17:00 – 18:00.In caso di maltempo l’evento sarà spostato la settimana successiva (il 7 Luglio 2018). Fonte: ARI Brunico

  • Clicca sull'immagine per scaricare il comunicato stampa in PDF

  • Sono stati giorni impegnativi quest’anno per la fiera tenutasi in Germania dove l’ARI ha festeggiato i 70 anni di RadioRivista. Poca affluenza rispetto agli scorsi anni forse anche per la data anticipata rispetto al solito. A festeggiare con noi: i radioamatori telegrafisti con Begali, il CSMI e la Sezione ARI San Daniele del Friuli che rappresentava il CR Friuli Venezia Giulia. Molte le persone che sono passate a trovarci e molti esponenti di varie delegazioni ufficiali e naturalmente i Presidenti delle Associazioni consorelle e tantissimi Soci ARI. Guardate quindi la nostra galleria che riprende alcuni dei momenti della Fiera:

  • Per vedere il trailer clicca sulla locandina

  • Vi informiamo che,  recentemente, è stato aggiornato il sito web del C.S.M.I.: www.csmi.altervista.org nel quale potrete visionare: - diario Marconiano;- reports delle Stazioni Marconiane IY del CSMI relativo alla 31^ Edizione dell’International Marconi Day, con le rispettive attività svolte dalle stesse, notizie, resoconti, fotografie, alcuni video, ecc…- rassegna stampa;- biblioteca;- notizie sulle ultime attività svolte da alcune stazioni IY del CSMI, nonché, eventi/manifestazioni Marconiane che, nel contempo, sono state effettuate e segnalate;- info varie. Con l’occasione, Vi informiamo che le classifiche della 4^ edizione del M.S.C. - Marconi Speed Contest 2018 - promosso ed organizzato dal CSMI, svoltosi il 21 Aprile 2018, in concomitanza con IMD 2018, saranno inserite nel nostro sito web nei primi giorni del mese di Giugno. Si specifica che verrà anche predisposto uno specifico “albo d’oro” con i nominativi dei vincitori delle varie edizioni del M.S.C. del CSMI. L’ultima edizione del M.S.C. è stata dedicata alla memoria di Roberto Stefanelli IK5HGU S.K. della Sezione ARI di Pisa, facente parte del Team IY5PIS, nonché, grande Amico e collaboratore del nostro C.S.M.I. Vi ricordo di seguito le 11 stazioni celebrative Marconiane aderenti al CSMI che hanno partecipato il 21 Aprile 2018 alla 31^ Edizione dell’International Marconi Day: - IYØGA – Capo Figari - Golfo Aranci (SS)Gestione: Sezione A.R.I. di Olbia - IYØIMD – Forte Michelangelo - Civitavecchia (RM)Gestione: Sezione A.R.I. Alto Lazio - IYØORP – Osservatorio Geofisico di Rocca di Papa (RM)Gestione: Sezione A.R.I. di Frascati - IYØTC – Torre Chiaruccia - Santa Marinella (RM)Gestione: Sezione A.R.I. di Civitavecchia - IY1MR – Rapallo (GE)Gestione: Sezione A.R.I. di Rapallo - IY1SM – Santa Margherita Ligure (GE)Gestione: Sezione A.R.I. di Rapallo - IY1SP – La Spezia Gestione: Sezione A.R.I. di La Spezia- IY4FGM – Villa Griffone - Pontecchio Marconi (BO) Gestione: Sezione A.R.I. di Bologna - IY5PIS – Coltano (PI)Gestione: Sezione A.R.I. di Pisa - IY6GM – Monte Cappuccini (AN)Gestione: Sezione A.R.I. di Ancona - IY7M – Molo San Cataldo (BA)Gestione: Sezione A.R.I. di Cassano delle Murge Ringraziamo tutti coloro che ci hanno collegato/ascoltato. Cordiali 73. Per il C.S.M.I.Roberto Alaimo, ISØJMA

  • L'editoriale di questo mese rispecchia, a maggior ragione, i sentimenti di tutto il CDN La "potenza" di una certa vicendaGabriele Villa, I2VGW Si grida allo scandalo. E mi si chiede (giustamente), nella duplice veste che ricopro, quella di Presidente e di Direttore di RadioRivista, di intervenire. Per chi si fosse messo all’ascolto solo in questo momento, la vicenda è presto riassunta. Nel 2018, come già ampiamente pubblicizzato sulle pagine del nostro magazine, sul sito ufficiale dell’ARI e ripreso attraverso i vari social, ricorrono i 70 anni di RadioRivista. Per l’occasione abbiamo chiesto e ottenuto dal ministero un nominativo speciale, II2RR, che dal primo di Febbraio scorso e fino al prossimo 31 Dicembre, ci ha permesso e ci permetterà di brandizzare alcune iniziative importanti: articoli storici, QSL speciali e rievocative, premi ad hoc in palio nei contest ufficiali e patrocinati dalla nostra Associazione, gadgets in vendita, attraverso i soliti canali proposti da Ediradio. Clicca qui per leggere il testo integrale

  • Come tutti saprete il nostro "magazine" compie quest'anno la sua settima decade di vita, e ci sembra doverosa una celebrazione con un Diploma ad hoc. Per l'occasione ci è stato già assegnato dal Ministero un call speciale, II2RR (che, peraltro ha subito esordito durante il CQ WPX Contest RTTY dello scorso Febbraio), al quale è abbinato lo Special ASC - H70RR, inoltre abbiamo chiesto la collaborazione delle Sezioni ARI, ancora una volta, perché riteniamo che le Sezioni sono il perno dell'Associazione e celebrare il 70° di RR solo con un nominativo speciale appare riduttivo. Ogni Sezione potrà operare compatibilmente con le proprie "forze" ovvero operatori, quando vorrà e come vorrà. Ma non è finita qui. Dato che un po' di sano agonismo non fa mai male abbiamo anche previsto una competizione con classifica a punti, il Challenge RR: nello stesso periodo di tempo, cioè da Aprile a Dicembre ogni collegamento con stazioni italiane di club, speciali, e delle isole minori, siano esse stazioni ARI oppure no, avrà un punteggio differente, ogni collegamento con la Stazione Speciale II2RR varrà 10 punti. Troverete tutti i dettagli nel numero di Radio Rivista di Aprile e in questa pagina sul nostro sito.    

  • *** RSS A.R.R.L.

    The American Radio Relay League (ARRL) is the national association for amateur radio, connecting hams around the U.S. with news, information and resources.
  • The International Amateur Radio Union (IARU) has welcomed the St. Kitts-Nevis-Anguilla Amateur Radio Society (SKNAARS) as its newest member-society. IARU member-societies on May 28 completed voting on the proposed admission of SKNAARS to the IARU to represent St. Kitts & Nevis.SKNAARS does not claim to represent Anguilla, which is already represented in the IARU by the Anguilla Amateur Radio So...

  • The winning article for the June 2018 QST Cover Plaque award is “Get on the Satellites for ARRL Field Day” by Sean Kutzko, KX9X. The QST Cover Plaque Award -- given to the author or authors of the most popular article in each issue -- is determined by a vote of ARRL members on the QST Cover Plaque Poll web page. Cast a ballot for your favorite article in the July issue today.

  • ARISS-Russia is making FM transmissions on June 20 and 21 from two of its Tanusha series of CubeSats, now aboard the International Space Station. Russia’s ARISS organization has been developing the spacecraft in collaboration with Southwest State University in Kursk.Two earlier Tanusha CubeSats were hand-deployed by cosmonauts last August and are performing cluster flight experiments through co...

  • Experimental operations now under way on HF appear aimed at leveraging low-latency HF propagation to shave microseconds from futures market trades and gain a competitive edge in a field where millionths of a second can mean winning or losing. Bloomberg on June 18 reported on a secretive antenna facility near Maple Park, in Kane County, Illinois, and speculated that futures traders might be look...

  • *** RSS DX ZONE

    Latest articles, reviews and links posted to The DXZone.com, an amateur radio, cb radio, scanning and shortwave radio, reference site The DXZone.com
  • INRAD Desk Microphone System is an exciting line of great sounding microphone models. Each INRAD microphone has an attractive stage-style body and a unidirectional cardioid element with unique audio characteristics to accommodate every operator's voice, radio and preferences. INRAD micrpohones can be connected to most popular amateur radio transceivers, including ICOM, Yaesu, Kenwood, FlexRadio, Elecraft, Ten-Tec products.

  • Four state-of-the-art transverters are included in Elecraft's new XV Series: the XV50 (6 Meters), XV144 (2 Meters), XV222 (222 MHz) and XV432 (432 MHz). The transverters can be used with nearly any transceiver that covers the 28 to 30 MHz frequency range

  • FreeDV plus Video, 2 Amateur Radio Morse code practice keys Android App, K7SU CW Straight Key, Amateurfunkgruppe des Computer Clubs Media 2000, Cobra Antenna - A folded dipole, Portable wire antennas, Guide to D-star, DMR, Fusion, TYT MD-2017 QST Review

  • VisAir HF transceiver DDC/DUC 100W ATU made in Russia - HF DSP Transciever Standalone Digital Up Conversion and Digital Down Conversion.

  • OZ1CX - Multiband vertical antenna no tuner LC matched, ZigZag Antenna - VHF/UHF unconventional antennas, Kenwood TS-590 by UT0FC, CW Morse Code Keys, SDRplay - SDRuno, WEB SDR - ROME, CustomQSL.com, RadioClub Odessa, Tuolumne County Amateur Radio Electronics Society Ham Radio Club - TCARES

  • IC-R20 by Icom. Wideband Receiver Professional radioreceiver, allow double receiver, from HF to Microwave, digital recorde, DTCS, Memories and 11 hours countinuous reception.

  • Technical Reference/Sound Card Radio InterfacingA homemade interface for any android device, allow to receive and trasmitt SSTV PSK RTTY from an android tablet based on the DD7LP original project include demo of a sample DIY kit.

  • Technical Reference/Sound Card Radio InterfacingInterface board was for connecting Yaesu FT-817ND transceiver to Android phone or tablet. The board was developed for experimenting with RTTY, SSTV and other digital modes using DroidRTTY, DroidSSTV and other software on an Android phone.

  •  

     

    WebPages soci ARIPG

    I0NAA  Mario

    IK0FUX  Francesco

    I0GEJ  Lidio

    I0GEJ  Lidio on G+

    IK0UTM  Vanni

    IK0XBX  Francesco

    IK0YUT  Luigi

    IZ0ABD  Francesco

    IZ0DBA  Giacomo

    IZ0DXD  Sergio

    Announced DX Operations 

     

    NEWS DX OPERATION

    DX News DX Information for DXers
    Free business joomla templates