Terremoto Marche-Umbria 1997

 

A.R.I. Sezione di Perugia (pagina web originale del resoconto 1997 )
 

L'ARI e la Protezione Civile: il Sisma Umbria/Marche 1997 ARI and the Umbria/Marche's Earthquake in 1997

Riportiamo qui di seguito un rapporto sulle attività svolte dai radioamatori dell'ARI nell'ambito della Protezione Civile durante il sisma che ha colpito Umbria e Marche a partire dal 26.09.1997.

Non riportiamo in questo rapporto le decine e decine di nominativi dei radioamatori che hanno dato il loro prezioso contributo, ma a loro va il più sentito apprezzamento e ringraziamento per la disponibilità e la disciplina dimostrata in quei momenti così difficili per tutti. Il nostro apprezzamento va naturalmente non solo agli operatori della Sezione di Perugia, ma a tutte le Sezioni Umbre che hanno partecipato alle operazioni unendo i propri sforzi per coprire tutto il territorio.

NOTTI DI TERRORE E LA TERRA TREMA ANCORA

Migliaia di crolli, le vie trasformate in trappole mortali, le città medioevali piene di fascino e spesso con monumenti di rara bellezza via via si sono sbriciolate, migliaia di persone in fuga verso uno spazio per la salvezza. Si forma il caos più totale e il panico prende chiunque. E' un disastro. Dopo lo smarrimento e con il terrore in cuore, chi può attiva il cellulare ma nessuna via telefonica è praticabile. Dalle città maggiori, Perugia, Foligno, Spoleto le Autorità si attivano e cercano con ogni mezzo possibili notizie oltre che per le città stesse anche per le località, le frazioni dislocate in una vastissima area. Area che poi verrà definita per oltre 50 Comuni per la parte Umbra e oltre 30 per le Marche. Pensate che la Protezione Civile l'otto ottobre aveva allestito oltre 50mila posti letto in tende, roulottes e locali pubblici agibili per riparare la popolazione colpita.

In piena notte, mentre si attua il piano operativo per l'attivazione della Sala radio ARI della Prefettura di Perugia e del centro principale di Foligno, si intuisce che l'emergenza è molto grave. Le comunicazioni dei radioamatori raccolte attraverso i ripetitori R0 di Foligno, R6 di Perugia, R4 di Terni con decine e decine di segnalazioni dall'Umbria, dalle Marche, dal Lazio e dalla Toscana portano in non più di 15 minuti a delineare in modo concreto il probabile epicentro e le zone più colpite. Da apprezzare, in quei momenti, la disciplina adottata da tutti. Le comunicazioni, pur concitate hanno avuto brevità e concretezza essenziale e confermo che in pochi minuti sono state annotate oltre 100 segnalazioni.

La Prefettura di Perugia si è attivata con rapidità, così anche la Regione Umbria con i propri Centri Operativi e così alcuni Comuni dotati di più specifica preparazione all'emergenza, come il Comune di Foligno, altri Comuni hanno faticato di più a trovare le vie di raccordo essenziali per la tempestività degli interventi con particolare riguardo alla necessità di disporre di mezzi immediati idonei per le comunicazioni.

Questa necessità di disporre di mezzi di comunicazione alternativi alle reti telefoniche per ore inutilizzabili sia per i guasti sia per il sovraccarico si è fatta sempre più impellente per tutte le Autorità preposte ai soccorsi. Come la necessità di avere piani di intervento preordinati per l'organizzazione dei soccorsi si è posta altrettanto in evidenza con cruda realtà.

In questi frangenti terribili, il ripetersi di scosse notevoli ha messo a dura prova chi ha dovuto approntare i soccorsi in situazioni ambientali pericolose e traumatizzanti. Questo vale anche per tutti quei radioamatori del territorio colpito che, hanno lasciato con apprensione le proprie famiglie, per avviarsi nei punti di volta in volta indicati dai coordinatori per operare nelle reti radio di emergenza. Qualcuno , guardando agli eventi da lontano, tenta di esprimere valutazioni negative sulle procedure e operazioni svolte in quel lungo periodo, per tante notti a tanti giorni: non si può non tenere conto di tutto il contesto sopra espresso e degli alti risultati comunque ottenuti in quelle condizioni. Chi è stato "sul campo" sa che le lagnanze che ci sono state rivolte sono ingiuste e smentite dai fatti.

SCOSSE A RIPETIZIONE E DI NOTEVOLI INTENSITA'

26/09/97  ore 02,33  8° grado 26/09/97  ore 11,40  27/09/97  ore 19,20  03/10/97  ore 10,55  04/10/97  ore 17,07  04/10/97  ore 18,13  6/7° 08/10/97  ore 01,23  14/10/97 ore 17,25  7/8°

INTERVENTI RADIOAMATORI ARI

Dopo la forte scossa delle 02,33, in piena notte, del 26/9/97 si è provveduto a raggiungere la Prefettura di Perugia ed è stata attivata la sala radio con operazioni su tutte le frequenze sin dalla ore 03,20 della stessa notte. ( presenti due operatori Ari Perugia).

Nel contempo risulta attivata la postazione radio presso il centro operativo aperto dal Comune di Foligno nei locali del Comando Vigili Urbani (presente ARI Foligno). La stessa Sezione ha provveduto ad inviare nella notte vari radioamatori in alcune località in cui si supponevano danni notevoli poiché poste nelle zone dell'epicentro di Colfiorito individuato dall'Osservatorio Sismologico "Bina" di Perugia.

 

Prima dell'alba molte notizie sono state raccolte e fornite subito alle competenti Autorità attivatesi per le procedure di intervento, con preparativi di mezzi e uomini necessari. Le nostre notizie sono state integrate con quelle fornite dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri. I telefoni per diverse ore sono stati inservibili per i danni e il sovraccarico di traffico rendendo impossibile qualsiasi chiamata verso le zone colpite.

Alle ore 08 dello stesso 26 il Prefetto di Perugia ha emesso la prima ordinanza con cui si costituiva il primo COM in Foligno al fine di favorire l'attività di soccorso a seguito delle segnalazioni di feriti e gravi danni a numerose abitazioni situate nelle frazioni dislocate nelle zone di montagna. Le Sezioni di Perugia, di Foligno, di Trevi e Spoleto dalla stessa mattinata hanno dato disponibilità con propri associati per allargare la copertura delle reti radio per le comunicazioni di emergenza e creare turni per il cambio degli operatori.

Purtroppo durante questi frenetici momenti di attività assieme all'organizzazione di protezione Civile che si stava attivando, una nuova grave scossa alle ore 11,40 dello stesso 26/09/97 ha creato scompiglio e terrore provocando ulteriori gravissimi danni, ampliando così il territorio interessato ai soccorsi urgenti. I messaggi radio dei radioamatori seguiti a quei tragici momenti sono consistenti. Le frequenze utilizzate in contemporanea sono cinque - R0 - RU0 - R6 - R3A e R4 per Roma, fanno fatica a smaltire i messaggi urgenti dalle zone colpite ai COM e da questi al CCS Prefettura.

Sono minuti interminabili, i telefoni non funzionano, nemmeno le linee preferenziali sono praticabili. Vengono trasmesse richieste di soccorsi per il crollo della Basilica superiore di Assisi, tre morti e vari feriti - Evacuazione dell'Ospedale di Foligno - Evacuazione dell'Ospedale di Nocera Umbra e parte di quello di Assisi - Ulteriori crolli di edifici, case, stalle con animali travolti, Torri e Palazzi lacerati strade e ferrovie bloccate, disperazione tra la gente.

Da evidenziare che i radioamatori hanno proseguito l'opera iniziata, malgrado gli stessi fossero interessati direttamente dagli eventi e lasciando le proprie famiglie hanno garantito l'efficacia delle comunicazioni con ogni condizione. Da evidenziare l'opera primaria prestata da tanti radioamatori ARI sin dal primo momento e a seguire nel territorio del COM di Foligno il più grande per territorio colpito. Tantissimi radioamatori delle Sezioni di Foligno di Perugia, di Trevi e di Spoleto hanno partecipato, per giorni, a sostenere i turni nelle varie postazioni attivate.

Nei giorni successivi le attività radio sono state utilizzate per lo smistamento logistico, per l'individuazione dei posti di ricovero, per il supporto all'organizzazione delle squadre di oltre 3.000 volontari giunti da ogni parte d'Italia. Altrettanta utilità hanno avuto le comunicazioni per lo smistamento di Roulottes e viveri e dei mezzi di trasporto tende e attrezzature e per messaggi tra Funzionari dei vari campi e i COM. All'8 ottobre erano attivi con la P. Civile n° 10.222 soccorritori: 3.000 Volontari (tra cui più di 80 radioamatori) - 1.599 Vigili del Fuoco - 1.920 Carabinieri - 1.397 militari dell'Esercito - 859 agenti di polizia - 259 finanzieri - 297 del Corpo Forestale - 454 della Croce Rossa - 274 Tecnici rilevatori e 170 addetti ai Centri Operativi.

POSTAZIONI ATTIVATE DAL 26/09/97

CCS Prefettura Perugia H24, ogni giorno 3 operatori con turni di 07 -14 / 14 -21 / 21 - 07. Ogni settimana turni garantiti 21, più il coordinamento;

COM Foligno collegato con le seguenti località colpite: Belfiore, Rasiglia, Annifo, Colfiorito1, Colfiorito 2, Casenove, Verchiano, Capodacqua, Sellano, (per i primi 3 giorni anche l'Aeroporto di Foligno). H24, ogni giorno operatori necessari a 12 ore per campo 9 x 2 = 18 più 2 0 3 al COM - Ogni settimana turni garantiti 20, più il coordinamento;

Con ulteriori Decreti Prefettizi del 28 e del 30/9/97 sono stati costituito altri COM. L'attività radio è stata quindi estesa al COM di Assisi con altri operatori della sezione di Perugia e al COM di Nocera Umbra affidato alla sezione di Trevi che aveva comunicato via fax alla Prefettura la sua disponibilità.

Dal CCS Perugia, nei primi 5 giorni sono stati garantiti i collegamenti in VHF e HF con il Dipartimento della P.C. di Roma ove operavano altri colleghi;

Dal 16/10/97, a seguito dei gravi danni provocati dalla scossa del 14/10/97 con estensione nei territori della Val Nerina ( Preci, Cascia, Norcia ecc.) è stato costituito un nuovo COM in Borgo Cerreto, località sita in una stretta valle con monti da 1.200 - 1.400 metri attorno. Con fax della Prefettura è stato chiesto alla sezione di Spoleto (la più vicina) di assumere il coordinamento radio di tale COM.

TERRITORI E COMPOSIZIONE DEI C.O.M. al 16/10/97

  • CCS Centro Coordinamento Soccorsi Prefettura di Perugia
  • COM Assisi Comuni: Assisi, Bastia Umbra, Cannara;
  • COM Nocera Umbra Comuni: Nocera Umbra;
  • COM Gualdo Tadino Comuni: Gualdo tadino, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vico, Scheggia, Valfabbrica;
  • COM Foligno Comuni: Foligno, Bevagna, Valtopina, Montefalco, Spello, Trevi, Sellano;
  • COM Cerreto di Spoleto Comuni: Cerreto, Preci, Cascia, Norcia, Vallo di Nera, S.Anatolia, Monteleone, Scheggino, Poggiodomo

ATTIVITA' CON LA REGIONE UMBRIA

Da notare che la nostra associazione intrattiene ottimi rapporti con la Regione Umbria - Assessorato al Territorio e Protezione Civile. Infatti presso la stessa struttura da alcuni anni è stata allestita una ottima sala operativa compresa una sala radio con tutte le apparecchiature necessarie ai radioamatori per operare in caso di necessità.

Mentre le operazioni di soccorso coordinate dalla Prefettura venivano sviluppate, anche dalla sala operativa della Regione alcuni radioamatori addetti a tale compito (ARI sezione Perugia) hanno attivato sin dai primi minuti dopo la prima scossa delle 02,33 del 26/09/997 le apparecchiature in dotazione alla sala radio integrando le comunicazioni radio delle reti attive nell'intera Provincia

INTERVENTI DI ALTRE SEZIONI FUORI PROVINCIA

Con il prolungarsi del tempo la fatica si è fatta sentire in tutto il territorio e sono stati graditi gli interventi di radioamatori giunti da fuori sin dal 5-6 ottobre per sostenere le operazioni gestite dal COM di Foligno il Centro Operativo più grande e impegnato. In questo si sono notate in particolare le sezioni di Senigallia, di Rieti, di Viterbo e di Terni, che oltre a quelle di Foligno, Spoleto, Trevi e Perugia hanno inviato operatori.

INTERVENTI DI ALTRI GRUPPI

Le stazioni radio operanti dal CCS Prefettura e da tutti e 5 i COM sono state sempre gestite dalle strutture ARI. Tutte le comunicazioni radio dalle località interessate sono state organizzate su più frequenze UHF - VHF e HF in base al piano attuato dalle Sezioni ARI. Gli operatori di varia natura se sono entrati nei servizi radio sono stati indirizzati nei luoghi operativi sempre dalle strutture ARI.

INTERVENTI DA FUORI REGIONE

Il 14/10/97 dopo aver costatato le difficoltà per la presenza con "reperibilità" ed a seguito del perdurare dell'emergenza su un vasto territorio, il Responsabile Volontariato CCS della Prefettura di Perugia ha ritenuto necessario che si formulassero richieste alle Regioni esterne per reperire altri operatori radioamatori. Sono giunti per primi tre operatori dal Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia, che dal 18/10/97 hanno operato dalla Prefettura perugina e per alcuni giorni nelle località colpite con traffico verso i COM. E' stato interessato anche il C.R. Toscana, che ha dato disponibilità di gruppi operativi per 10 - 12 giorni. Il Coordinatore del CCS ha però disposto la messa in attesa del C.R. Toscana con un fax del 18/10/97 della stessa Prefettura. Contemporaneamente sono stati anche allertati: Varese, Viterbo, il C.R. Lazio ed altri, sempre su richiesta della Prefettura di Perugia.

 

 

 

  

Connettività Internet ?

Previsioni Meteo Umbria

Risorse di RADIOASTRONOMIA ed E.M.E. by I0NAA

IQ0PG & IQ0PG/P awards


 
 
  
 

 

  
 
 
 

SOLAR DATA PROPAGATION

*** RSS ARI NAZIONALE

Portale ufficiale dell'ARI - Associazione Radioamatori Italiani
  • Il diploma è stato pensato per onorare la figura di Sir Robert Baden Powell, fondatore dello scoutismo, per le tecniche da lui pensate e messe a disposizione per educare i ragazzi. Tra gli strumenti è inserito anche l'uso della radio. Come radioamatori e come educatori scout ci impegniamo a educare i nuovi cittadini del mondo anche tramite questo strumento. L'uso della radio per noi è fondamentale sia nelle attività quotidiane di uno scout, ma soprattutto nelle uscite per eventuali necessità di primo intervento qualora la rete cellulare non sia fruibile. Organizzatori: Il coordinamento Radioscout Italia, nelle persone dei coordinatori regionali e nazionali. Clicca qui per leggere il regolamento completo Fonte: Radioscout.it

  • 8-9 Settembre 2018: il primo appuntamento della stagione espositiva dopo la pausa estiva è stato tra i più attesi e partecipati. Lo stand ARI è ritornato con i nuovi gadget ideati per i 70 anni di RadioRivista, il nostro mensile ufficiale. Gadget che, lo ricordiamo a tutti i nostri Soci e non, sono stati realizzati in edizione limitata e che proponiamo a prezzi interessanti considerato anche il loro appeal non solo radiantistico. Con grande piacere sono venuti a visitare il nostro stand ufficiale molti Soci e simpatizzanti nonchè la Presidentessa del YLRCI Dora Grimaldi, IK8HCK oltre che per acquistare e chiacchierare di radio anche per salutare e conversare piacevolmente con alcuni membri di rilievo del CDN e del CSN: il nostro Presidente ARI e Direttore di RadioRivista Gabriele Villa, I2VGW, il Presidente del Collegio Sindacale Mauro Pregliasco I1JQJ e il Consigliere Nazionale Nicola Volpi, IW2NPE e tantissimi ragazzi del gruppo YOTA con Cristian Faraglia, IN3EYI, componente del gruppo di lavoro YOTA Italia. Riportiamo alcuni momenti nella galleria fotografica qui sotto:

  • Riportiamo di seguito il link di una raccolta firme per chiedere al governo degli Stati Uniti di mantenere in funzione le stazioni di tempo e frequenza campione WWV e WWVH che trasmettono sulle decametriche. L'utilità di queste stazioni risiede, ancor'oggi, nonostante per l'ora esatta ci siano i sistemi satellitari e il NTP in rete, nella verifica delle condizioni di propagazione, nelle bande HF coperte da questo servizio. Le firme devono superare il numero di 100.000 e a oggi ne sono state raccolte quasi 15.000. Cliccando a questo link sono semplicemente richiesti nome, cognome ed indirizzo e-mail. Non si dev'essere necessariamente cittadini americani per sottoscrivere la petizione.

  • La Sezione A.R.I. di Loano ripropone per il 2018, il Diploma biennale Internazionale "Loano lettra". Lo scopo dell’iniziativa è quello di incentivare l’attività radioamatoriale e divulgare l’immagine storica della leggendaria nave utilizzata da Guglielmo Marconi per i sui esperimenti radioelettrici, condotti dal 1919 al 1936 nel mar Ligure. La manifestazione è in ricordo dell’anniversario della scomparsa di Libero Meriggi I1YXN, Presidente e fondatore della nostra Sezione ARI, egli ideò e sostenne questo diploma. L’Award stampato su carta pergamena, raffigura in un mix di foto originali, la nave Elettra ed il grande scienziato Guglielmo Marconi. A tutti, insieme al diploma, verrà consegnata per l’occasione una mini stampa in rilievo a secco, della nave Elettra ritratta in originale. E’ possibile per chi ha conseguito il diploma nelle passate edizioni, a partire dal 1995, richiedere le coccarde con l’anno di partecipazione. A richiesta dei soli partecipanti all’edizione 2016 che avranno conseguito diversi livelli, verrà consegnato il seguente endorsment: 5 Award conseguiti, con relative coccarde, una targa in placca dorata, La lista di tutti gli avanzamenti, sarà pubblicata sul sito web www.ariloano.it,  sulla pagina Facebook ARI Loano IQ1LA e su RadioRivista. Sarà messa in palio, un palmare Bibanda Portatile VHF/UHF che verrà assegnato a chi avrà fatto il maggior numero di QSO validi telegrafia con stazioni appartenenti alla Sezione ARI di Loano. Clicca qui per il regolamento completo Award Manager Giovanni Barbero, IU1JFH Fonte: ARI LOANO

  • Il CDN ed il CSN posto che gli artt. 33, 34 e 37 dello Statuto prevedono che le votazioni per la nomina degli otto Membri del Consiglio Direttivo e per la nomina dei Sindaci, sia effettivi sia supplenti, devono avvenire per referendum personale, segreto e diretto tra tutti i soci effettivi in regola con il pagamento delle quote ed aventi il godimento di tutti i diritti sociali; che le votazioni per referendum sono indette o dal Consiglio Direttivo o su voto dell’Assemblea Generale; che al CSN, a maggior garanzia della regolarità delle  votazioni, compete la sorveglianza delle operazioni di scrutinio e che qualsiasi socio ha diritto a presenziare allo scrutinio dei voti, stabiliscono quanto segue in dettaglio. Per il Referendum 2018 gli aspiranti candidati dovranno inviare la propria proposta di candidatura per l’elezione al CDN, ovvero al CSN, recante firma autografa in calce e corredata di: 1) copia della documentazione comprovante il regolare pagamento della quota associativa per l’anno 2018; 2) dichiarazione attestante l’insussistenza delle condizioni d’incompatibilità di cui all’art. 13.1 del Regolamento, recante firma autografa, secondo il testo approvato dall’Assemblea Generale del 10 Luglio 2010; 3) dichiarazione liberatoria per il trattamento dei dati personali, ai sensi della vigente normativa, recante firma autografa; 4) breve profilo personale per la pubblicazione su RadioRivista, limitato tassativamente a 400 (quattrocento) battute comprensive dei segni d’interpunzione e spazi con eventuale foto formato tessera. Le candidature potranno essere proposte anche dai Comitati Regionali o dalle Sezioni; in questi casi la proposta, oltre a quanto previsto ai superiori punti 1, 2, 3 e 4, dovrà essere corredata, a pena d’esclusione, da rituale delibera dalla quale devono risultare: le generalità dei partecipanti e il numero dei soci rappresentati.L’invio delle candidature dovrà avvenire a mezzo lettera raccomandata A/R, recante sulla busta la dicitura: Candidatura Referendum 2018 per il rinnovo del CDN/CSN da indirizzare ad ARI - Via Domenico Scarlatti, 30 -  20124 Milano. La raccomandata A/R contenente la candidatura ed i documenti dovranno pervenire entro il termine perentorio del 30 Settembre 2018 e sono escluse modalità di invio alternative alla raccomandata A/R.Non si farà riferimento alla data del timbro postale di partenza, essendo unico termine valido quello della data di ricezione della raccomandata A/R (30 Settembre 2018).Le candidature pervenute con documentazione incompleta e/o irregolare non saranno accettate.La candidatura potrà essere proposta esclusivamente per il CDN oppure per il CSN, non saranno accettate doppie candidature.Saranno accettate esclusivamente candidature di soci in possesso dei diritti sociali alla data del 30 Aprile 2018.L’elenco dei candidati, per l’elezione degli otto Membri del CDN e dei candidati per l’elezione dei tre Sindaci effettivi e dei due supplenti, sarà pubblicato su RadioRivista almeno due mesi prima della data fissata per la chiusura delle votazioni, ulteriore pubblicazione avverrà il mese antecedente l’invio della scheda di votazione.Le buste pervenute con dati alterati o non leggibili saranno scartate.Le procedure di invio ai soci della scheda di votazione e di scrutinio delle schede saranno quelle previste dall’accordo con Poste Italiane così come è avvenuto per il precedente Referendum 2015; gli elenchi dei candidati saranno pubblicati sui numeri di Ottobre e Novembre di RadioRivista; la spedizione delle schede sarà effettuata, salve eventuali esigenze particolari, entro il 30 Dicembre 2018 e la ricezione delle schede votate, presso la sede postale che sarà tempestivamente indicata, dovrà avvenire entro i 30 giorni liberi successivi. Eventuali comunicazioni integrative e/o modificative verranno tempestivamente pubblicate su RadioRivista. Il CDN ed il CSN

  • Referendum 2018di Vincenzo Favata, IT9IZY Gli attuali Consiglio Direttivo e Collegio Sindacale nazionali dell’ARI hanno prestato molta attenzione affinché sia rispettato il ruolo centrale del socio quale protagonista della vita associativa, nell’ottica accennata, pertanto, espongo le norme che regolano il Referendum per le elezioni del Consiglio Direttivo Nazionale e del Collegio Sindacale Nazionale.Peraltro, mi accingo alla stesura di questo editoriale consapevole che l’ARI, con il contributo di tutti gli Organi periferici, ha recuperato pienamente il ruolo guida che le compete, sia nel campo radioamatoriale sia in quello della divulgazione scientifica di settore, nonché la serenità interna necessaria ad affrontare le nuove sfide.Come ho già fatto in passato in occasione di eventi importanti per la vita associativa, anche questa volta cercherò di essere chiaro ed essenziale al fine di rendere comprensibile a tutti l’iter che sarà seguito per le elezioni degli Organi di vertice della nostra Associazione.Il nostro Statuto stabilisce che le votazioni per la nomina degli otto Membri del Consiglio Direttivo e dei Sindaci Nazionali sia effettivi sia supplenti debbono avvenire per referendum personale segreto e diretto tra tutti i soci effettivi in regola con il pagamento delle quote ed aventi il godimento dei diritti sociali.Le votazioni per referendum, così come prevede lo Statuto, sono indette o dal Consiglio Direttivo o su voto dell’Assemblea Generale; a tal fine il Consiglio trasmette a tutti i soci aventi il godimento dei diritti sociali apposita scheda sotto il controllo del Collegio dei Sindaci.Lo Statuto prevede inoltre un termine congruo per consentire ai soci di esprimere il loro voto e per farlo pervenire alla Segreteria Generale od ai recapiti stabiliti dal Collegio dei Sindaci.A breve, così come in passato, nel corso dell’iter procedurale che terminerà con il rinnovo dei vertici associativi,  tutti i soci riceveranno la scheda per il rinnovo del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale nazionali; è importante che ciascuno di noi esprima il voto indicando le preferenze, nella consapevolezza che le persone che saranno chiamate alla guida dell’ARI dovranno lavorare collegialmente  e nell’interesse di tutti i soci.Anche in questa occasione, come in passato, con un lavoro sinergico, finalizzato al massimo risparmio economico ed alla trasparenza delle operazioni, sarà affidata al Gruppo Poste Italiane l’intera gestione del Referendum 2018.La Segreteria Generale si limiterà, pertanto, alla consegna degli indirizzi dei soci aventi diritto di voto in ossequio alla vigente  normativa di Legge sulla Privacy.L’esatto luogo dello scrutinio e gli orari esatti delle operazioni saranno comunicati agli interessati non appena disponibili. Il Segretario GeneraleVincenzo Favata, IT9IZY

  • Avete in programma di costruire qualcosa per una stazione radioamatoriale? Avete già realizzato qualcosa per operare nelle bande HF? Avete in mente di creare un componente per la vostra stazione radio? La Sezione ARI di Roma organizza il Concorso di Costruzioni HF cui possono partecipare tutti i radioamatori iscritti alle Sezioni ARI del Lazio, sia esperti che alle prime armi nel campo delle telecomunicazioni radioamatoriali. Si dovrà presentare un proprio progetto, non necessariamente originale, e la relativa personale realizzazione, funzionante in bande radioamatoriali HF, affinché possa essere giudicata con l’attribuzione di un punteggio a cura del comitato organizzatore (C.D Sezione ARI Roma). Categorie: I settori di costruzione considerati sono: A) AntenneB) Accordatori d’antennaC) Strumentazione di misuraD) Accessori di stazione Scadenza di presentazione sarà il 8 Dicembre 2018, durante l’ultima settimana dal 1 al 8 Dicembre i progetti dovranno essere concretamente depositati presso la Sezione ARI Roma, con la contestuale compilazione di una apposita scheda. Le realizzazioni partecipanti dovranno essere documentate da una breve relazione di progetto. Solo per la categoria A) è ammessa la presentazione del manufatto mediante consegna di documentazione di progetto e fotografica, nonché della dichiarazione di disponibilità all’esecuzione del controllo diretto da parte del CD ARI Roma. L’iscrizione gratuita al concorso CCHF potrà essere fatta a partire dal 9 Settembre fino al 14 Ottobre 2018, mediante l’invio con mail a info(at)ariroma.it, o la consegna diretta in Sezione, della scheda allegata, compilata e sottoscritta.  

  • Per maggiori informazioni clicca sulla locandina

  • *** RSS A.R.R.L.

    The American Radio Relay League (ARRL) is the national association for amateur radio, connecting hams around the U.S. with news, information and resources.
  • Effective on November 1, radio amateurs in Sweden who want to run more than 200 W PEP in certain Amateur Radio allocations will have to apply for a transmitter license to do so and pay a yearly fee. Sweden’s telecoms agency PTS has announced a modified listing of license-free transmitters that spells out the changes for Amateur Radio and other services. Sweden eliminated Amateur Radio licenses ...

  • With Typhoon Mangkhut (locally Ompong) threatening, the Philippine Amateur Radio Association (PARA) activated its Ham Emergency Radio Operations (HERO) at a Code Yellow level on September 12, per a declaration from PARA Chief Operating Officer Roberto Vicencio, DU1VHY. At Code Yellow, stations are advised to ensure that all equipment is operational, check backup power sources, and take any nece...

  • The fifth running of the “Enigma Reloaded” operating event will begin on September 28. Sponsored by A.R.I. Fidenza Radio Club, the event celebrates the history of the Enigma cipher machine and its crucial role in World War II, as well as honoring the individuals who developed the device and contributed to its success.Enigma Event 2018 takes place in two stages: from September 28 until October 5...

  • The Larkfield Amateur Radio Club (LARC) in Huntington, New York, provided communication support for the 41st Northport Great Cow Harbor 10K / 2K Run on September 15. The nonprofit event is held in cooperation with various community organizations.LARC members provided communications from the starting point, at various positions along the course, and at the finish line. One LARC radio operator eq...

  • The VP6D Ducie Island 2018 DXpedition, on schedule to begin October 20, has announced that it will use DXA to post contacts on a near real-time basis. “Bob Schmieder, KK6EK, of Cordell Expeditions, offered the use of DXA, and we gladly accepted,” the DXpedition said in a news update this week.“Within 60 seconds of your contact with VP6D, the browser page is automatically updated to show your ca...

  • Proposals by school and educational organizations to host Amateur Radio on the International Space Station (ARISS) contacts with an International Space Station crew member next year will be accepted starting on Monday, October 1. Completed proposals are due by Thursday, November 15. ARISS anticipates that the contacts will be scheduled between July 1 and December 31, 2019, although crew schedul...

  • Sunspots are gone again this week, with none observed since September 12. Average daily sunspot number declined to zero this week from 7.6 last week. Average daily solar flux was unchanged at 68.6. Average daily planetary A index declined from 12.6 to 9.7, while average daily mid-latitude A index went from 10 to 8.3.The Autumnal equinox is this weekend, at 0154 UTC on Sunday, September 23, 2018...

  • September 20 is the first anniversary of Hurricane Maria's devastating arrival in Puerto Rico. Today, many amateurs there are better prepared for the next storm or other disaster that could disrupt conventional telecommunications. With this in mind, the ARRL Puerto Rico Section is hosting monthly meetings in various cities around the island commonwealth as part of an effort to establish an Amat...

  • *** RSS DX ZONE

    Latest articles, reviews and links posted to The DXZone.com, an amateur radio, cb radio, scanning and shortwave radio, reference site The DXZone.com
  • WSJT-X 2.0 rc1 has been recently announced by the WSJT-X Development Group. This beta version of the popular digital mode suite incorporates many new FT8 and MSK144 features for contesters

  • A Small Loop for 20 and 15 meter band, Wire Antenna Design Lengths, 2 elements Folded Yagi Antenna for 6 Meters, Portable Vertical Antenna, Getting started on 70cm E.M.E flier , 3 Element Beam for 50 MHz, An Experimental Q Meter, Cam Radio Net, Danny Shortwave And Radio DX, TJ2TT Log Onlne, Cross Band Repeaters, Coremax Technology

  • AOR AR-DV10 the worlds most advanced wide-band 100kHz-1300MHz, multi-mode, SDR receiver. It supports a variety of digital and analog modes in the Amateur radios bands, Aircraft band, Marine band and Commercial bands.

  • How to make a mains filter for EMC and noise reduction, How to straighten Microbore copper tube, TARPN Packet Radio Networking Home Page, Carry bag for KX3 , Double Size G5RV, Solid vs. Stranded wire in coils, Antenna Basics : Directional Antennas, K7EA 30 Meter Ground Plane Antenna, DIY 4 Element Yagi,

  • IC-R20 by Icom. Wideband Receiver Professional radioreceiver, allow double receiver, from HF to Microwave, digital recorde, DTCS, Memories and 11 hours countinuous reception.

  • Technical Reference/Amplifiers/HF AmplifiersThis is a Solid State Amplifier Project. It uses 4 MRF150 MosFet Power Transistors. The Power Supply Voltage is 50 VDC at 21.5 Amp. The max power available is 1,075 Watts. The Efficiency is about 65% +/- and runs Class AB Solid State.

  • Technical Reference/Spectrum AnalyzersA spectrum analyzer is always an usefull amateur radio test equipment that should be present in a radio shack. Hams can use it for testing frequency response of filters, amplifiers, and other two-port RF devices. This article illustrate a tracking generator compatible with any spectrum analyzer in the Tektronix 490- and 2750-series lineups

  •  

     

    WebPages soci ARIPG

    I0NAA  Mario

    IK0FUX  Francesco

    I0GEJ  Lidio

    I0GEJ  Lidio on G+

    IK0UTM  Vanni

    IK0XBX  Francesco

    IK0YUT  Luigi

    IZ0ABD  Francesco

    IZ0DXD  Sergio

    Announced DX Operations 

     

    NEWS DX OPERATION

    DX News DX Information for DXers
    Free business joomla templates