I radioamatori

 

LA STAZIONE RADIO

Non è semplice parlare di questo argomento in quanto i fattori che determinano l'assemblaggio di una stazione radio sono molteplici e possono dipendere da vari aspetti: tecnici - economici - logistici e, in ultima analisi, personali. Inoltre le caratteristiche di una stazione radio dipendono dal tipo di attività che si desidera svolgere.

Pertanto ci sforzeremo di dare delle indicazioni generiche che potrebbero anche risultare ovvie e scontate.

Come apparecchiatura è necessario un apparato ricetrasmittente, ce ne sono diversi tipi sul mercato, variano per caratteristiche e per prezzo. In linea teorica l'apparecchiatura di costo superiore offrirà prestazioni superiori.

Nell'acquisto di un apparecchiatura potrebbe essere utile considerare il rapporto prezzo-prestazioni, in ogni caso esiste anche un mercato dell'usato con ottime occasioni che offrono buone apparecchiature a prezzi modesti.

Un'altra soluzione potrebbe essere l'autocostruzione, per la quale è necessario un certo bagaglio tecnico tuttavia con buona volontà e magari con l'aiuto di qualche radioamatore esperto si possono costruire apparecchiature affidabili.

Altri accessori base sono ovviamente un microfono una cuffia e un tasto telegrafico.

Bisogna predisporre un impianto d'antenna e anche in questo campo il mercato presenta un' ampia possibilità di scelta, si può adottare una antenna verticale, oppure una direttiva con più elementi o anche semplicemente una antenna dipolo,( un pezzo di filo opportunamente calcolato).

Anche i costi delle antenne sono variabili da tipo a tipo, si può andare dall'acquisto di costose antenne a più elementi all'autocostruzione di un dipolo con poche migliaia di lire. In questo campo forse l'autocostruzione offre più possibilità consentendo a volte risultati addirittura migliori rispetto ad antenne commerciali.

Il campo dell'autocostruzione ovviamente non è semplicissimo, esso richiede che il principiante sia in possesso di un certo bagaglio tecnico, abbia pazienza non si scoraggi per gli inevitabili fallimenti iniziali. In ultima analisi è la strada più difficile, la meno veloce , però senza ombra di dubbio è anche quella che dà più soddisfazione e che maggiormente può arricchire sotto tutti gli aspetti , in poche parole, essa rispecchia appieno lo spirito del radioamatore che è dopotutto uno sperimentatore.

 

Bisogna ricordarsi che non molti decenni or sono non esistevano apparecchiature preconfezionate e pronte all'uso quindi il radioamatore per forza di cose doveva costruirsi tutto da solo.

Attualmente nella nostra sezione ci sono radioamatori che usano una stazione radio completamente autocostruita e questo non per necessità ma per scelta personale.

Una delle cose importanti del nostro "hobby" è che ancora oggi, in un epoca di cose preconfezionate dove le industrie ci propinano apparecchi con tante luci e gadget inutili c'è la possibilità di creare qualcosa da sé.

Come premesso è impossibile esaurire l'argomento in oggetto nello spazio di una pagina, si potrebbero scrivere interi libri su come assemblare una stazione radio, l'importante è capire che potenzialmente esiste un ventaglio molto esteso di possibilità e di scelte.

Un'altra cosa non meno importante è che non basta acquistare la radio e l'antenna più costose per ritenersi radioamatore.

Essere radioamatore comporta anche un modo di essere, una certa idea della radio e della comunicazione, nonché una certa modestia nell'affacciarsi a questo meraviglioso mondo

 

Previsioni Meteo Umbria

Risorse di RADIOASTRONOMIA ed E.M.E. by I0NAA

IQ0PG & IQ0PG/P awards


 
 
  
 

 

  
 
 
 

SOLAR DATA PROPAGATION

*** RSS ARI NAZIONALE

Portale ufficiale dell'ARI - Associazione Radioamatori Italiani
  • Disponibile in area riservata ai verbali CDN, il Verbale della riunione C.D.N. del 18 febbraio 2020

  • Per leggere l'articolo in PDF cliccare sull'immagine

  • L’Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Acireale con il patrocinio dell'ARI - Comitato Regionale Sicilia, del Circolo Ufficiali Marina Mercantile di Riposto e della Tipografia F.lli Bonanno S. G. La Punta, in occasione del bicentenario dell’Istituto Tecnico Nautico “Luigi Rizzo” di Riposto (CT), istituisce il diploma “Bicentenario del Nautico di Riposto.” Partecipanti: Il diploma è destinato a tutti gli OM ed SWL italiani e stranieri, in possesso di regolare concessione Ministeriale, che effettueranno collegamenti (o ascolti) con le stazioni attivatrici appartenenti alla Sezione A.R.I. di Acireale, che svolgeranno attività radio in occasione del diploma suddetto. Validità delle attività: Le stazioni attivatrici, operando dal proprio QTH, oppure dalla stazione radio installata presso l’Istituto Tecnico Nautico con il nominativo IO9RN, passeranno ai corrispondenti il rapporto RS(T), il codice 200RN e i punti di validità del QSO secondo quanto esposto all'art. 8. Data e ora: Il Diploma “Bicentenario del Nautico di Riposto” si svolgerà dalle 00:00 UTC del 1° Marzo, alle ore 23:59 UTC del 30 Giugno 2020. Durante questo periodo le stazioni attivatrici opereranno in radio per consentire al maggior numero possibile di OM il conseguimento del diploma. Per scaricare il regolamento completo in PDF cliccare QUI  

  • Fenomenologia di un'AssociazioneMauro Pregliasco, I1JQJ Il processo d’invecchiamento della nostra Associazione, cioè l’aumento della componente anziana nel Corpo Sociale, è un fenomeno che incide sulla vita delle nostre Sezioni. Dipende essenzialmente da due fattori: il primo è di natura strutturale, ed è direttamente connesso al calo demografico nel nostro Paese; il secondo è diretta conseguenza del progresso tecnologico, che rende la radio sempre meno interessante per i giovani. Il grafico sottostante, predisposto dalla Segreteria Generale, fotografa quanto molti avevano intuito, anche se forse non in termini così allarmanti. In statistica la moda di un insieme di numeri è il valore che compare con maggior frequenza; nel nostro caso è costituita dai Soci 58enni. L’intervallo che comprende il maggior numero di Soci va da 54 a 63 anni. È in quest’ottica che va letto e interpretato il processo di invecchiamento strutturale dell’ARI. La domanda che gli Amministratori si pongono è: “Dobbiamo impegnare le nostre risorse verso i giovani, nel tentativo di portare nuova linfa vitale all’Associazione, oppure dobbiamo orientarci ad offrire servizi modulati per l’età dei nostri attuali Soci?”. La risposta, per il Consiglio Direttivo, è scontata. Da un lato è ragionevole ipotizzare uno scenario drammatico se non investiamo sulle nuove leve, dall’altro dobbiamo assicurare la massima attenzione ai nostri Soci. In buona sostanza è necessario muoversi in entrambe le direzioni, bilanciando con intelligenza le forze a disposizione. Infatti, se non si interviene prontamente, la curva gaussiana del grafico tenderà a spostarsi inesorabilmente verso destra.

  • La Sezione ARI di Varese IQ2BJ, grazie alla disponibilità del socio Salvatore I1ULJ, organizza anche quest’anno il corso di telegrafia presso la propria sede. Lo scopo del corso è quello di formare i partecipanti alla conoscenza del linguaggio CW: non c’è nessuna nozione di base richiesta per poter partecipare, ma solo tanta pazienza e costanza nel seguire il percorso che porterà gli iscritti a saper trasmettere e ricevere in completa autonomia! Il corso partirà solo al raggiungimento di almeno 10 partecipanti che garantiscano la loro presenza alle serate previste, data anche la “difficoltà” di imparare un nuovo linguaggio da zero che impegnerà per circa 9 mesi. Resta ancora da definire il giorno della settimana (in orario serale) nel quale svolgere il corso, che verrà identificato con le disponibilità del docente e dei partecipanti. Il corso è gratuito ed è rivolto ai soci della sezione di Varese e quelle vicine, con lo scopo del raggiungimento del numero di partecipanti previsto. Per qualsiasi informazione e per le iscrizioni potete rivolgervi direttamente in sezione (al venerdì sera dopo le 21:00), oppure all’indirizzo email info(at)arivarese.com Sezione ARI Varese IQ2BJ

  • Alleghiamo in PDF il risultato di un’interessante indagine conoscitiva realizzata dalla Segreteria Generale fra le Associazioni della Comunità Europea.I dati si riferiscono al primo semestre del 2019 e sono stati forniti direttamente dalla IARU e dalle Associazioni contattate. Cliccare QUI

  • Diciamolo pure. Il 2019 non è stato un anno facile per la Sezione ARI di Brunico. Dopo le dimissioni di parte del Consiglio Direttivo si è rivotato a luglio per un nuovo Direttivo. Ma purtroppo anche il “nuovo” Direttivo non ha avuto vita lunga. A questo punto non rimaneva altro di avvalersi di radioamatori di indiscusse capacità e dotati di vero HAM spirit. E fu così che Hubert IN3AUJ, radioamatore di lunga data e Socio ARI (come si definisce lui stesso) da sempre, subentra al Consigliere dimissionario dando vita ad un nuovo organico in seno alla Sezione ARI di Brunico. Il nuovo Direttivo sarà quindi così composto: Karl Heinz IN3EIE Presidente, Hubert IN3AUJ Vicepresidente e Peter IN3RRX Segretario. Da subito quindi è nata la voglia di proporre ai Soci qualcosa di “straordinario”. Qualcosa che metta “Al Centro” la vita radioamatoriale in Regione. Sfruttando l’onda mediatica dei “Campionati del Mondo Biatlon IBU 2020 che si svolgeranno ad Anterselva (BZ)” si è deciso di chiedere il rilascio di un nominativo speciale che desse lustro non solo alla manifestazione stessa ma anche a tutti noi che viviamo la passione per la radio. Dominik Windisch, Lukas Hofer, Gontier Nicole, Vitozzi Lisa e non per ultima la “principessa” Dorothea Wierer sono esponenti di massimo livello di questo fantastico sport. Convinti di potercela fare, e dopo alcune dritte dagli amici della Sezione ARI di Trento, abbiamo deciso di inviare il nostro fascicolo con la richiesta di rilascio di un nominativo speciale per una manifestazione radiantistica al MISE. Fiduciosi del nostro operato e pieni si speranza abbiamo ottenuto in data 11.11.2019 l’assegnazione del nominativo speciale II3BIA.  

  • Per scaricare la circolare in PDF cliccare sull'immagine

  • *** RSS A.R.R.L.

    The American Radio Relay League (ARRL) is the national association for amateur radio, connecting hams around the U.S. with news, information and resources.
  • ARRL is seeking an experienced radio amateur to be Chief Executive Officer (CEO) at its headquarters in Newington, Connecticut. The CEO is the top compensated employee in ARRL’s management structure and oversees all operations in collaboration with the President and the Board of Directors, in accordance with ARRL’s Articles of Association, Bylaws, and Board policies. The successful candidate wi...

  • As part of ARRL Headquarters’ transition to new internet service providers, an interruption of internet access at ARRL Headquarters is set for Wednesday, March 4, starting at 2300 UTC. The interruption will last no longer than 4 hours.During the work period, these services will be unavailable:Logbook of The World (LoTW) Online DXCC International Grid Chase Archive National Parks on the Air Arch...

  • The NEMO-1 WSPR buy buoy launched by AMSAT-Argentina (AMSAT-LU) on January 30 was retrieved 12 days later by a fishing vessel. The buoy transmitted WSPR on 14.095.6 MHz and APRS on VHF FM using the call sign LU7AA. The captain of the tuna vessel Juan Pablo II considered that the buoy was partially submerged, decided to retrieve it, and informed AMSAT-LU.The NEMO-1 traveled another 8 days aboard...

  • In a Memorandum Opinion and Order (MO&O) released on February 20, the FCC turned down an appeal by William F. Crowell, W6WBJ, of Diamond Springs, California, of an Administrative Law Judge’s (ALJ) dismissal of Crowell’s amateur radio license renewal application. Chief ALJ Richard L. Sippel, ruled in 2018 that Crowell “failed to prosecute his application by refusing to attend a hearing scheduled...

  • The St. Kitts-Nevis-Anguilla Amateur Radio Society (SKNAARS) reports continued interference to St. Kitts radio amateurs from so-called power company “smart meters.” SKNAARS, an IARU member-society, took its complaint to the national telecommunications regulator last year, and the regulator issued a cease-and-desist order last October 7.SKNAARS said this week that Saint Kitts amateur radio opera...

  • *** RSS DX ZONE

    Latest articles, reviews and links posted to The DXZone.com, an amateur radio, cb radio, scanning and shortwave radio, reference site The DXZone.com
  • Q900 portable Amateur radio transceiver for the HF, VHF & UHF bands working AM FM SSB CW RTTY by Guohe Electronics.

  • Experimental HF 6-band SSB transceiver, The half-wave dipole, your first antenna, A Three-Band One-Tube Novice Transmitter, The Spectrum Monitor, Optocoupled Transceiver-PC Audio Isolator project, TI9A Isla del Coco Chatham Bay DX-pedition, V31YN

  • The CW mode is held the final full weekend of January. The Phone mode is held the final full weekend of February.

  • Raspberry Pi and Automatic NOAA Satellite Reception, HamClock - Ham Radio Desk Clock, 6m and 4m Vertical Dipole Antenna, Weak Signals - Reduce volume to reduce noise, 2m Quad Turnstile Antenna, 70 MHz 4m Slim Jin Antenna with Ladder Line, Milcom Monitoring Post,

  • 2020 CQ WPX RTTY Contest, February 08 - 09, 2020 Starts: 0000 GMT Saturday Ends: 2359 GMT Sunday

  • IC-R20 by Icom. Wideband Receiver Professional radioreceiver, allow double receiver, from HF to Microwave, digital recorde, DTCS, Memories and 11 hours countinuous reception.

  • Technical Reference/Coax Cables and ConnectorsIn this post, we describe how to make a pigtail cable to connect the Kenwood TH-F6A triband HT to a 12Vdc power source via an Anderson PowerPole connector.

  • Software/ContestingRussian and english contest log software for windows. The full version of the program contains all the tests and utilities.

  •  

     

     

     

    WebPages soci ARIPG

    I0NAA  Mario

    IK0FUX  Francesco

    I0GEJ  Lidio

    I0GEJ  Lidio on G+

    IK0UTM  Vanni

    IK0XBX  Francesco

    IK0YUT  Luigi

    IZ0ABD  Francesco

    IZ0DXD  Sergio

    Announced DX Operations 

     

    NEWS DX OPERATION

    DX News DX Information for DXers
    Free business joomla templates